Azienda Agricola Gelli Giampiero
Via Pratese n. 704
località Le Querci
51100 Pistoia
Tel. e Fax 0573 530084
email: giampiero.gelli@libero.it

Notizie in evidenza

Dicembre 2016

L'Azienda Agricola Gelli è presente su Wikipedia - Pagina "Imprese Familiari più Antiche del Mondo"
fonte Wikipedia

Novembre 2016

L' Azienda Agricola Gelli è presente nel Sistema Cultura della Regione Toscana:
Musei: Museo Storico Documentale della Agricoltura e del Vivaismo a Pistoia

Archivi: Centro Studi e di consultazione della civiltà e della cultura contadina di Pistoia

Registro Eccellenze Italiane: Azienda Agricola Gelli

Febbraio 2016

▪ L'Azienda Agricola Gelli è presente sul Portale Discover Pistoia!
Discover Pistoia Facebook

▪ Proclamazione di Pistoia Capitale della Cultura per l'anno 2017!
Titolo che insignisce la città unitamente a quello in precedenza attributo di Pistoia Capitale Europea del Verde

Dicembre 2015

Azienda Agricola Storica Gelli 1517 - 2017 -> Mezzo millennio di attività ininterrotta sul territorio pistoiese attraverso tutti i settori della agricoltura ...i Gelli annoverati tra i Veri Maestri del settore vivaistico cfr. citazione riportata a pagina 64 N. 20 di Naturart Edizione di Dicembre 2015

Ottobre 2015

Volume edito da Giampiero Gelli e pubblicato dalla Giorgio Tesi Editrice e presentato alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia sabato 31 ottobre 2015

Luglio 2015

L’AZIENDA GELLI, UN’ECCELLENZA DA CAPITALE DELLA CULTURA
Articolo inserito in data: 10 luglio 2015 di LORENZO CRISTOFANI

Un archivio di quasi 8000 documenti storici e agronomici sulla storia contadina raccolti e ordinati da Giampiero Gelli


Giampiero Gelli

Le Querci
Ci accoglie con garbo e genuinità, Giampiero Gelli, nell’aia di via Pratese 704, prima di Spedalino, là dove il comune di Pistoia confina con Agliana.
Subito ci accompagna per i quattro ettari dell’azienda agricola di famiglia per mostrare i numerosi nidi che merli, tortore, storni e passerotti realizzano tra le piante, anche quelle dedicate all’arte topiaria.
«Qui si sentono a casa perché non usiamo biocidi o veleni inquinanti; prevalentemente ricorriamo alla lotta biologica integrata» racconta Giampiero con orgoglio, parlando anche di un singolare episodio di solidarietà animale accaduto di recente: «L’anatra aveva fatto 12 uova, ma una mattina non l’abbiamo più trovata, probabilmente mangiata da una volpe: così la chioccia ha preso il suo posto e covato i pulcini fino all’apertura dei gusci».


L’aia dei Gelli, azienda agricola storica

L’azienda Gelli, iscritta alla Coldiretti dal 1950, coltiva conifere e platanoidi per un’importante realtà locale del vivaismo ornamentale, ma effettua anche vendita diretta di prodotti ortofrutticoli stagionali.
Da diversi anni Giampiero Gelli è riuscito a trovare e ordinare una vera e propria miniera di documenti storici, circa quasi 8mila, relativi all’attività dei Gelli a partire dal capostipite del casato, che avviò l’orticoltura nei pressi di Peretola.
«Risalendo nell’albero genealogico, mi sono piacevolmente stupito nell’incontrare Giovanbattista Gelli, beneficiario del titolo nobiliare da parte del Granduca Cosimo: si trattava di un illustre letterato alla corte medicea, proveniente da una famiglia già in qualche modo emancipata» ci spiega mostrando carte attestanti l’iscrizione all’arte fiorentina dei vinattieri».


Antichi caratelli dell’azienda Gelli

Lo scorso anno l’azienda Gelli ha ricevuto dalla Camera di Commercio il certificato di iscrizione nel Registro delle Imprese Storiche in quanto attiva già dal 1730 nel settore agricoltura.
«Siamo in attesa del riconoscimento di azienda più antica d’Italia in attività da parte del Ministero dell’Agricoltura: la pratica è già iniziata, supportata dagli archivi informatici ministeriali, e speriamo davvero si possa concludere presto ufficializzando questo primato.
«Il sistema informativo unificato per le Soprintendenze archivistiche, Siusa, ha schedato buona parte della documentazione» evidenzia non senza soddisfazione. Non ci vuole molto a cogliere il valore di questo patrimonio più unico che raro, nel suo genere, quantunque specialistico e di nicchia: orticoltura, viticoltura, allevamento del bestiame, agricoltura tradizionale e vivaismo sono le sezioni predisposte e ordinate cronologicamente.
In cosa consistono i documenti? Ecco alcuni esempi: autorizzazione per il taglio di un bosco nel 1700; bollettini di vendita di sale pastorizio (integratore per mangimi animali) nel 1936; note di credito ipotecario; convocazioni del consiglio degli agronomi del 1900; pagamenti sui terreni nei comuni di Porta Carratica e di Porta San Marco: infatti fin dopo l’unità d’Italia Pistoia rimase frammentata in quattro cortine e nella comunità civica; polizze assicurative; imposte del Consorzio del torrente Bure e influenti del 1903, cartella d’imposizione del Consorzio Brana e Calice, 1872.


Una cartella d’imposizione del 1872

«I vecchi di prima conservavano tutto» prosegue con passione Giampiero, sfogliandolo come riferimento culturale, il libro Si è quel che non si butta via, di Ernesto Franchi della casa di Zela. «Da più parti c’è l’interesse a capire come mai prima gli orticoltori riuscissero a fare tanta beneficenza, specie ai monasteri pistoiesi, pur pagando un sacco di tasse. Da dove cioè riuscivano a produrre tanto surplus. Evidentemente bisogna recuperare quelle pratiche agronomiche che mantenevano il suolo fertile e generoso di prodotti». «Per centinaia d’anni abbiamo usato per il terreno una concimazione naturale, a base di stallatico e pollina: sicuramente una chiave vincente. Fino al ’92 abbiamo anche tenuto l’allevamento di bruno alpina, dal vitellino al torello, avevamo addirittura un insilatore per i mangimi; poi dovemmo cessare perché secondo il comune non siamo più in una zona adatta, dal punto di vista igienico sanitario per la zootecnia, però il livello delle carni che arrivano da lontano sulle nostre tavole è peggiorato».


L’orto dell’azienda Gelli

Altri riconoscimenti e soddisfazioni? «All’Expo rurale della Toscana il presidente della provincia di Firenze si meravigliò molto delle memorie storiche conservate e mi disse che la mia attività era il miglior esempio di multifunzionalità agricola.
«In seguito ho conseguito l’attestato per condurre una fattoria didattica perché credo che tutti i saperi e le tecniche antiche siano utili per la formazione dei giovani. All’istituto agrario di Pescia ho allestito una mostra fotografica sulla cultura contadina, comprensiva di ricette che rischiano di andar perdute».
Riceviamo un libro della Giorgio Tesi Editrice, Vocabolario di Storia dell’Agricoltura e della cultura contadina di Pistoia: «A avanzatempo sto preparando un’enciclopedia storica della modulistica agricola dal 1600 ad oggi, un tema in cui ci sono economia, archivistica, agronomia e storia».
Prossimi obiettivi? «Sarei disposto a pagare un fondo in centro per poter valorizzare questa ricchezza di saperi conservata nei documenti; spero che qualcosa si possa muovere, anche nell’interesse di Pistoia, che potrebbe offrire nuove curiosità ai visitatori. L’Accademia della Crusca mi ha informato che mi regalerà l’ultima edizione del famoso dizionario perché Giovanbattista Gelli, il mio antenato, era console dell’Accademia degli Umidi, che dette un forte impulso alla lingua italiana».

Giugno 2015

ON.le EDOARDO FANUCCI IN VISITA ALL'AZIENDA AGRICOLA GELLI
Questa mattina, ho visitato l'azienda agricola dell'amico Giampiero Gelli, una realtà storica fra le più antiche d'Italia, nata nel 1517 e ancora oggi attiva con successo. Giampiero, con una passione straordinaria nonostante la giovane età, sta portando avanti il lavoro dell'azienda ed ha dato vita ad un archivio che raccoglie documenti e racconti sulla storia, centenaria, dell'attività. Una testimonianza assolutamente unica della cultura contadina pistoiese e un patrimonio di conoscenze che non possiamo disperdere.









Dicembre 2014

L' Azienda Agricola Gelli Giampiero ha ottenuto il prestigioso riconoscimento nel Registro delle Imprese Storiche tenuto dalla Unioncamere, consultabile su: fonte Union Camere
Giampiero Gelli è Consigliere dell' Associazione Toscana delle Agrobiodiversità e vi partecipa in qualità di socio che apporta la storia della agricoltura in Toscana.

Settembre 2014

Expò Rurale 2014

PISTOIA VERSO EXPO' 2015
Expo Pistoia 2015

Articolo dedicato all' Azienda Agricola Gelli Giampiero sul numero di settembre 2014 del mensile "Quello che c'è":

Maggio 2014

"FESTALBERGHI 2014" 1 Maggio 2014

Aprile 2014

ITAS "D. Anzilotti" NATURALITAS 12/13 Aprile 2014

"VIVA LA TERRA 2014" - 6 Aprile 2014 CARRARA FIERE


Articolo estratto da News Federazione Coldiretti di Pistoia e La Nazione, Pistoia, 4 aprile 2014 L'agricoltura pistoiese a Viva la Terra!
"Dal vivaismo artistico, all'arte di fare l'orto per bambini, dalle piante della salute descritte dalla tutor, ai tanti prodotti spiegati direttamente dai produttori a Viva la Terra!,che si terrà il 5 e 6 aprile a CarraraFiere, è dedicata alla cura dell'orto e del giardino, all'agricoltura amatoriale e all'allevamento degli animali da fattoria e da cortile. una grande fiera targata Coldiretti Toscana...un po' di storia è quel che propone l'azienda Gelli Giampiero di Pistoia, con il laboratorio agricoltura ieri e oggi ed esposizione di documenti storici e vecchi attrezzi."

Febbraio 2014

1° CORSO NAZIONALE PER DIVENTARE TITOLARE E DOCENTE DI UNA FATTORIA DIDATTICA SVOLTOSI PRESSO LA COLDIRETTI TOSCANA DI FIRENZE Febbraio- Marzo 2014

Dicembre 2013

Intervista condotta dal Dottor Fagnoni a Giampiero Gelli presso la propria Azienda Agricola Storica


Expò Rurale, Fortezza da Basso di Firenze, 12/15 settembre 2013


Giugno 2013

Convegno Internazionale "Vestire il Paesaggio" presso Convento di Giaccherino, Pistoia

Aprile 2013

ITAS "Dioniso Anzilotti" di Pescia - Floraviva

La motocarrozzetta d'epoca con telaio della 1° Guerra Mondiale e motore anni '50 ... esemplare unico al mondo!!!!